Quello che devi sapere sulle commissioni bitcoin

Quello che devi sapere sulle commissioni bitcoin

Quello che devi sapere sulle commissioni bitcoin

11/04/2018
0
Spread the love

Vengono chiamate in vari modi: commissioni bitcoin, fee oppure mining fee. Ma cosa sono?

Se hai fatto almeno una transazione bitcoin (in questo articolo ti spieghiamo come fare), ti sarai accorto che viene richiesta/trattenuta una piccola parte dei bitcoin come commissione per gestire ed effettuare la transazione chiamata Fee.

 

commissioni bitcoin fee di transazione

 

Nel principio di trasparenza che è proprio della tecnologia alla base delle criptovalute, anche le commissioni bitcoin sono, per quanto possibile, trasparenti.

Se ti stai chiedendo perchè ti viene chiesta una commissione per la transazione quando per altre forme di pagamento non è richiesta, fermati un secondo e rifletti.

Sei proprio sicuro che sia così?

In realtà le commissioni dei metodi di pagamento tradizionali come carte di credito, bancomat o Paypal vengono solitamente richieste ai commercianti, e, con ogni probabilità, viene ricaricata sul prezzo finale del bene o servizio che stai acquistando. Alla fine della fiera è sempre l’utente finale che paga.

Nel caso delle criptovalute, le commissioni bitcoin vengono chieste direttamente a chi effettua la transazione.

Quando sposti bitcoin da un Exchange verso un tuo wallet, ti viene chiesta una commissione dall’exchange che, tra le altre cose, serve per coprire le commissioni richieste dalla rete bitcoin. Se vuoi sapere quale Exchange usare, o dove acquistare bitcoin in sicurezza, qui trovi l’elenco completo delle possibilità.


Cosa influenza il costo delle commissioni bitcoin

Le commissioni bitcoin non sono fisse, ma il loro costo dipende da 3 aspetti fondamentali:

  1. Spazio occupato dalla transazione
  2. Numero di transazioni sulla rete bitcoin
  3. Valore del bitcoin

Le commissioni bitcoin sono direttamente proporzionali alla risorsa che utilizzano (la rete bitcoin) ed alla moneta con cui si pagano (appunto il bitcoin).

Spazio occupato dalla transazione

Un indirizzo pubblico che ha ricevuto/inviato tante piccole transazioni in passato genera transazioni che occupano più byte rispetto ad un indirizzo nuovo.

Ma i byte gestibili contemporaneamente dalla tecnologia bitcoin non sono illimitati e vale il principio generale che le risorse si pagano…più sono limitate, più si pagano. Nel caso delle transazioni bitcoin la risorsa è lo spazio (in termini di byte) occupato dalla transazione. Per questo motivo il costo della transazione è legato a quanto spazio occupa la transazione che vuoi effettuare. In media una transazione occupa 225 byte.

Puoi vedere cosa è un indirizzo pubblico e come funziona un wallet nel nostro articolo

Numero delle transazioni presenti sulla rete bitcoin

Poiché lo spazio di memoria a disposizione per le transazioni è limitato, anche quest’ultimo segue il principio della domanda e dell’offerta.

Puoi pensare alla rete bitcoin come una serie di corrieri che partono ogni 10 minuti per consegnare dei pacchi; in questo esempio ogni pacco è una transazione. Lo spazio a disposizione all’interno del corriere è limitato, se ci sono molti pacchi (molte transazioni), il corriere carica prima i pacchi che hanno pagato una commissione più alta. Quindi chi ha pagato una commissione più bassa deve attendere uno dei corrieri successivi; se la commissione è troppo bassa il pacco richia di non partire mai.
Quindi, se tante persone vogliono effettuare transazioni contemporaneamente, il costo della transazione aumenta poiché ci saranno persone disposte a pagare più commissioni bitcoin per far andare a buon fine la propria transazione in tempi brevi.
Alcuni wallet permettono di impostare il costo della commissione che si vuole spendere; altri lo inseriscono automaticamente per fare andare a buon fine la transazione, in questo caso il costo della commissione bitcoin dipende dal numero di transazioni effettuate in quel momento.

Valore del bitcoin

Poiché le commissioni si pagano in bitcoin, il costo della transazione in euro varierà in base al valore in euro che bitcoin ha in quel preciso momento.


I pro delle commissioni bitcoin

A questo punto potresti pensare “Si sente tanto parlare dell’innovazione portata da bitcoin e dalla blockchain, ma alla fine ci sono sempre commissioni da pagare”.

Vedrai che ci sono significative differenze nell’utilizzo dei bitcoin:

Puoi scegliere quanto pagare

Oggi in media una transazione ha commissioni pari a 0,0001 bitcoin ; ma alcuni wallet (qui trovi l’elenco dei wallet disponibili) danno la possibilità di impostare il costo della commissione. In questo modo, in caso di transazioni particolarmente importanti, hai la possibilità di raddoppiare o triplicare il costo della commissione per far processare più velocemente la tua transazione.
Se invece vuoi provare a risparmiare puoi abbassare la commissione. Ti consigliamo però di non scendere sotto i 0,00007 bitcoin per KByte (circa 0,00003 bitcoin per transazione), per evitare di attendere ore prima che la tua transazione venga processata o addirittura non venga processata affatto. Inoltre, salvo aggiornamenti tecnologici, all’aumentare dell’adozione di bitcoin, aumenteranno anche le transazioni e di conseguenza il prezzo delle commissioni bitcoin. Qui puoi rimanere aggiornato sul costo medio delle transazioni bitcoin in tempo reale.
Alcuni wallet permettono di impostare dei livelli di priorità, come ti mostriamo nell’immagine sottostante.
commissioni bitcoin - priorità

La commissione bitcoin non dipende dalla distanza

Uno dei più grandi vantaggi nell’utilizzo di bitcoin sta nel fatto che la commissione è la stessa sia che tu voglia inviare bitcoin al tuo amico che abita nel tuo stesso quartiere o che tu voglia inviarli ad un tuo parente che vive in Australia. Questo non è generalmente vero nel mondo bancario attuale. Se ti è mai capitato di utilizzare servizi di money transfer come Western Union saprai che non sono propriamente economici.

Le commissioni bitcoin diminuiranno

In che senso? Il gruppo di sviluppatori che lavora costantemente sulla tecnologia su cui si basa bitcoin è costantemente alla ricerca di ottimizzazioni e miglioramenti. L’aumento del costo delle transazioni legato all’aumento del valore di bitcoin è stato subito affrontato e stanno studiando come rendere più efficiente ed economico l’utilizzo di bitcoin, a tutto vantaggio della sua diffusione (qui trovi un articolo che approfondisce l’argomento).
Inoltre alcuni wallet utilizzano una tecnologia ottimizzata per ridurre lo spazio occupato dalle transazioni; tra questi troviamo sia i principali hardware wallet come Ledger e Trezor o anche GreenAddress. Puoi vedere l’elenco dei wallet disponibili qui.

Abbiamo parlato delle commissioni bitcoin, ma esistono tante altre criptovalute e non tutte hanno commissioni che si basano su questi principi. Alcune addirittura non hanno affatto commissioni. Nei prossimi articoli individueremo quali criptovalute conviene utilizzare per ridurre al massimo le commissioni.

leave a comment

Create Account



Log In Your Account