Cerchi un conto deposito sicuro? Ecco i migliori a confronto

Cerchi un conto deposito sicuro? Ecco i migliori a confronto

Cerchi un conto deposito sicuro? Ecco i migliori a confronto

01/03/2019
0

 

In questo articolo cerchiamo di capire perché è importante scegliere un conto deposito sicuro e proviamo a confrontare alcune interessanti proposte delle banche italiane più solide.

 


Recenti crisi bancarie

Con l’entrata in vigore della direttiva UE sulla risoluzione nelle crisi bancarie, comunemente chiamata Bail-in, azionisti, obbligazionisti e correntisti di una banca sono chiamati a rispondere con i fondi propri all’assorbimento delle perdite in caso di crisi della stessa. 

Le nuove regole sono state applicate per la prima volta a conto deposito bancafine 2015 per il salvataggio di Banca EtruriaCarichieti, Cariferrara e Banca Marche.

Nel 2016 crolla, definitivamente, il Monte dei Paschi di Siena.

Nel 2017 è il turno di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca.

Infine, è storia di questi giorni, che BCE abbia disposto l’amministrazione straordinaria per Carige, la 10° banca italiana.

 


Il bail-in

Il fallimento di Lehman Brothers aveva costretto i funzionari del governo USA ad una scelta critica:

  • salvare la banca dall’esterno (bail-out), a spese dei contribuenti;
  • lasciar collassare il sistema finanziario.

Nel caso specifico, il governo americano scelse la prima strada ma alcuni economisti capirono che, per evitare di danneggiare i contribuenti in caso di disastri bancari, era opportuno valutare una terza via: il salvataggio dall’interno (bail-in), utilizzando i capitali privati di azionisti, obbligazionisti, correntisti della banca in crisi e non fondi pubblici.

In Europa questo principio è stato recepito dalla Direttiva UE n° 2014/59.

La scelta di un conto deposito sicuro è importante perché, con il bail-in, si risponderà con propri fondi qualora la banca fosse in difficoltà.

Da notare che sono tutelati:

  • i depositi fino a 100.000 euro
  • i patrimoni dei clienti (azioni, obbligazioni, titoli di fondi) che la banca ha in gestione.

 

 


Cos’è un conto deposito

Un conto deposito è un deposito fruttifero detenuto presso una banca o un altro istituto finanziario che fornisce un tasso di interesse modesto.

È uno strumento finanziario piuttosto sicuroconto deposito crisi perché il capitale non è soggetto alle fluttuazioni dei mercati finanziari ed, inoltre, gode della garanzia del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, per importi inferiori a € 100.000.

Il capitale investito nel conto deposito è soggetto unicamente al rischio che la banca, presso la quale il conto deposito è custodito, fallisca (cfr. rischio di credito).

 


Il rischio di credito

conto deposito crescita

Per rischio di credito si intende il rischio che un creditore, in generale chi presta soldi o li investe, possa incorrere in perdite economiche, per mancata restituzione del capitale o degli interessi dovuti, da parte del debitore.

Nel caso dei conti deposito, il rischio di credito della banca è, di fatto, l’unico rischio al l’investitore è esposto.

Vediamo quindi come scegliere un conto deposito sicuro, minimizzando questo rischio.

 


Il CET1 ratio

Per valutare compiutamente la solidità di una banca occorrerebbe uno studio piuttosto complesso dei suoi attivi (dove la banca ha impiegato le risorse a sua disposizione) e dei suoi passivi (gli strumenti attraverso i quali la banca prende a prestito soldi dai proprio clienti o da altre istituzioni). 

Nascono così una serie di indicatori utili ad effettuare una prima valutazione di solidità della banca.

Il più noto è certamente, il CET1 ratio.

Il CET 1 ratio un valore percentuale che rappresenta il rapporto tra:

  • le risorse che un istituto di credito ha a disposizione per garantire i prestiti concessi ai clienti, e
  • l’ammontare dei prestiti concessi, “pesati” per la loro rischiosità

Il CET1 ratio è, quindi, più alto quanto più la banca è solida.

Maggiore è il CET1 ratio, più alta è la probabilità che la banca sia in grado di ripagare i propri debiti e quindi minore è il rischio di credito a cui il sottoscrittore è esposto.

Vediamo allora quali sono le banche più solide in Italia e valutiamo le loro proposte di conto deposito sicuro.

 

Infografica Hellobank

 


Le banche italiane più sicureconto deposito risparmio

Di seguito un elenco di alcune delle banche italiane più sicure con l’indicazione del rispettivo CET 1 ratio:

 


I conti deposito più sicuri

conto deposito fineco

FINECOBANK

CONTO CORRENTE “CASHPARK”

Tasso di interesse lordo 0.50%
Imposta di bollo  a carico del cliente
Capitalizzazione interessi annuali
Importo minimo  1€
Durata 12 mesi
Promozione valida fino al
Condizioni
Modalità di sottoscrizione online o in filiale
Documentazione Foglio informativo

Vai sul sito di Fineco

 


conto deposito bper

BPER BANCA

CONTO DEPOSITO SPECIAL BONUS

 

Tasso di interesse lordo 0.35% primo anno. 0.775% successivi 18 mesi
Imposta di bollo  a carico del cliente
Capitalizzazione interessi annuali
Importo minimo  1€
Durata 12 mesi + (opzione) 18 mesi 
Promozione valida fino al
Condizioni
Modalità di sottoscrizione online
Documentazione Foglio informativo

Vai sul sito di BPER Banca

 


conto deposito chebanca

CHE BANCA

CONTO DEPOSITO CHEBANCA

 

Tasso di interesse lordo 0.40%
Imposta di bollo  a carico del cliente
Capitalizzazione interessi annuali
Importo minimo  100€
Durata 12 mesi
Promozione fino al 29 febbraio 2019
Condizioni 1,50% su vincoli a 6 mesi
Modalità di sottoscrizione online
Documentazione Foglio informativo

Vai sul sito di Che Banca!

 


conto deposito santanderSANTANDER

CONTO DEPOSITO LIBERO “ioSCELGO”

 

 

Tasso di interesse lordo 1.00%
Imposta di bollo  a carico del cliente
Capitalizzazione interessi annuale (trimestrale 0,50%)
Importo minimo  1€
Durata 12 mesi
Promozione valida fino al
Condizioni
Modalità di sottoscrizione online o in filiale
Documentazione Foglio informativo

Vai sul sito di Santander

 

leave a comment

Create Account



Log In Your Account